Pieroni

Augusto Pieroni – Photography and Creativity

Augusto Pieroni, thank you for giving me this interview. 05-feb-2015

foto © gabriele fasulo

photograph by © gabriele fasulo

In the preface of your book: “Leggere la fotografia” (Reading Photography – 2003) you wrote that in two decades of teaching you’ve always been following the old Chinese dictum: «If you want to do good to a man, don’t give him fish: teach him to fish». I wonder: is it really possible either to teach creativity or to show people their way to it?

We can’t teach it, but I think we can give valuable hints and clues. It’s a truly thrilling job, made of an enormous amount of information, experiences, examples – both positive and negative etc. It takes a lot of generosity, basically, but also patience, curiosity, skill and – oddly enough for one like me – synthesis. In doing this work I seldom provide instructions, I feel rather like exploring together with the students; actually I can never exactly predict what I shall be dealing with at every lesson. There are issues that need to be tackled and delt with in a new and fresh way every time, such as: personal works in progress, the growth of a student as an author, the creative processes undergoing, cognitive novelties and so on and so forth.

Many practitioners dream of becoming professional creatives, but some might argue that creativity is a gift only for a few. Does struggling our way to creation makes us also proficient as photographers? In other words: could a photographer, stripped of any technical ability, ever achieve creativity?

Leggi tutto >>> Read more »

Augusto Pieroni – Fotografia e Creatività

Ringrazio Augusto Pieroni per avermi concesso quest’intervista. 05-feb-2015

foto © gabriele fasulo
foto © gabriele fasulo

Nella prefazione del suo libro “Leggere la fotografia” dichiara che nella sua ventennale attività didattica tende a seguire il modello indicato dall’adagio di Mao: «se vuoi fare un favore all’uomo, non regalargli un pesce, ma insegnagli a pescare». È possibile, mi chiedo, insegnare o dare delle indicazioni per diventare creativi?

Insegnare no, offrire indicazioni penso proprio di sì. È un lavoro davvero interessante, fatto di un accumulo di informazioni, esperienze, esempi positivi e negativi. Ci vuole generosità, soprattutto, ma anche pazienza, curiosità, abilità e – strano da dire per uno come me – sintesi. Non è un lavoro istruttivo, ma esplorativo; io non posso mai sapere esattamente di cosa parlerò prima di ogni incontro. I lavori in corso, gli autori che stanno crescendo, i processi creativi in atto, le novità cognitive: questi sono argomenti che possono essere trattati ogni volta in modo differente.

Molti fotografi amatoriali sognano di diventare professionisti in campo creativo, ma alcuni sostengono che essere creativi è un dono di pochi privilegiati. Il processo per diventare più creativo rende un fotografo più tecnicamente abile? E, un fotografo, senza padronanza tecnica, può diventare creativo?

Leggi tutto >>> Read more »